Cyberpsicologia

5 articles in category Cyberpsicologia / Subscribe

Descrizione Chiarire il rapporto tra l’uso dei Social per la promozione personale della propria immagine ed i livelli di autostima costituisce ad oggi una necessità per chi lavora nel campo della psicologia e della sociologia, l’analisi dei comportamenti nello spazio virtuale fornisce informazioni sulle caratteristiche delle persone. Si parla di esibizionismo e narcisismo per chi diffonde molti contenuti autocelebrativi, di invidia, rabbia ed in alcuni casi odio per chi riceve tali contenuti. …

Descrizione. Le ragioni per cui le persone usano Facebook pare siano la necessità di appartenenza, di presentarsi e promuoversi (Nadkarni, 2012). Poiché gli alti livelli di narcisismo e la bassa autostima sono correlati all’elevata quantità di tempo trascorso su Facebook (Mehdizadeh, 2010), alcuni ricercatori hanno indagato la relazione tra dipendenza da Facebook, narcisismo ed autostima. La dipendenza da Facebook costituisce un predittore del comportamento narcisista e della bassa autostima (Malik, …

Storia. I siti a favore del disturbo alimentare, definiti “pro-eating disorder” (Pro-ED) sono largamente diffusi ed accessibili. Idealizzano la magrezza fino ad incoraggiare i disturbi del comportamento alimentare e della nutrizione, elogiano positivamente chi li attua o chi cerca di estremizzarli. Al contrario demonizzano chi non aderisce a queste pratiche. Forniscono suggerimenti per fare diete estreme e nascondere agli altri il proprio disturbo alimentare (Steakley-Freeman et al., 2015). Chi scrive …

Storia. Il primo caso ufficialmente documentato di dipendenza da Internet (Internet Addiction) risale al 1996 negli Stati Uniti, quando la psicologa Kimberly S. Young descrisse la storia di una donna di quarantatre anni, la quale trascorreva fino a sessanta ore a settimana in alcune chat room in cui percepiva un piacevole senso di comunità con gli altri utenti. Per evitare di vivere con ansia e depressione i periodi in cui …

Descrizione. Il termine “Cybersuicide” descrive le varietà dei comportamenti e dei fenomeni inerenti la ricerca in Rete di informazioni circa i metodi per suicidarsi. Attraverso tale ricerca, la persona potrebbe entrare nei siti pro-suicidio, in cui si promuove la morte nei termini di una libera e positiva scelta personale. In questi dannosi siti o forum, si potrebbe interagire con persuasori del gesto, orientati a porre fine alla propria vita attraverso drammatiche …